Spese di spedizione gratuite con ordini superiori a 19 euro - Pagamento sicuro con crittografia SSL
New

Teoria delle rotonde

14,00

Con questo testo di difficile definizione – puntiglioso nel toccare i gradi che potremmo idealmente segnare tra un’attitudine teorica fredda e invece il calore dell’invenzione espressiva, con reagenti e reazioni formali diversi eppure convergenti – Italo Testa ci consegna un volume di stretta attualità: addirittura un volume che, mediante una vocazione saggistica insieme esposta (si veda quanto dichiarato nelle note d’autore) e occultata nell’estrema formalizzazione dello stile, elegge la stretta attualità a suo tema principale. Per darne conto, in Teoria delle rotonde si lavora per sineddochi e traslati che restituiscono in primo luogo una situazione percettiva. La curvatura minacciosamente dolce che, dagli anni Zero, ha ridisegnato le nostre strade trova un corrispettivo nel loop rotondo impresso alla prosa, tramite, tra l’altro, una figura favorita da molti scrittori contemporanei come la ripetizione straniante, oppure grazie a una sintassi segmentata in moduli elementari ossessivamente ribattuti e variati.

Paolo Maccari

Descrizione

Italo Testa (Castell’Arquato, 1972) ha pubblicato, tra gli altri: L’indifferenza naturale (Marcos y Marcos, 2018), Tutto accade ovunque (Aragno, 2016), i camminatori (Valigie Rosse, 2013), La divisione della gioia (Transeuropa, 2010), canti ostili (LietoColle, 2007), Biometrie (Manni, 2005), Gli aspri inganni (LietoColle, 2004). Suoi testi sono stati tradotti in inglese, francese, spagnolo, tedesco e cinese. Dirige la rivista di poesia, arti e scritture L’Ulisse, ed è coordinatore del lit-blog leparoleelecose.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Teoria delle rotonde”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *