Spese di spedizione gratuite con ordini superiori a 19 euro - Pagamento sicuro con crittografia SSL
Seleziona una pagina
New

#Rinomina

14,00

 

Ma proviamo allora a immaginare che tutti i nostri discorsi, tutte queste nostre parole, si liberino per un attimo di noi. Che questi dialoghi rimangano orfani di chi li ha generati e restino in una memoria digitale, da qualche parte dell’infinita memoria del digitale mondo, che ormai ricorda tutto in una rete di relazioni infinite. Immaginiamo che, senza di noi, senza io e senza l’altro, senza Socrate e il discepolo, o l’amante e l’amata, o il padre e la figlia, o l’amica e l’amico, restino ormai soltanto due minimi segni, chiocciola e cancelletto, come etichette ricorsive attaccate alle nostre parole orfane.

In questo gioco di identità nascoste allora potrebbe andare a finire che il linguaggio stesso parli di noi, dopo di noi, oltre noi. Fino a svelare le relazioni, i fili che ci legano, e che fanno di noi animali politici (toh, ecco anche Aristotele), ovvero sociali. Animali di città che non sanno stare da soli, e, per non stare da soli, si impegolano nella rete delle parole, che sono sempre più grandi di chi le pronuncia.

Dalla presentazione di Simone Lenzi

Descrizione

 

Nella logica delle cose un cancello chiude, e la chiocciola arriva sempre tardi, ma nella visione di Daniele Catalucci la chiocciola a volte fa scattare la serratura proprio nell’istante in cui ci si trovava a passare: spiazza, intenerisce, fa ridere questo libro, ma non sempre, perché alcuni di quei cancelli li avevamo sempre visti chiusi.

 

ISBN 9-788-898-51824-1

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “#Rinomina”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *